giovedì 17 gennaio 2008

Libertà di parola?

L'aver negato il diritto alla parola al Papa da parte di alcuni docenti e studenti dell'Università La Sapienza di Roma, mi ha confermato una cosa che mi ronza in testa da tempo: la libertà, di parola, espressione rivendicata da molti, anche sui blog, mi pare che sia in realtà liberta di dire solo quello che a queste persone sta bene. La vicenda di Papa Ratzinger è solo la punta più nota di un fenomeno facilmente verificabile: provate a difendere le vostre idee (se non sono quelle che sembrano di moda oggi), non so, su aborto o eutanasia, coppie di fatto, omosessualità o altro. Se esci dal coro, altro chelibertà di parola: vieni tacciato di essere bacchettone, liberticida, contro il progresso, di volere portare il mondo indietro. Chiedono libertà di parola ma non la sanno offrire e anzi restituiscono aggressioni verbali senza precedenti. Provate!

1 commento:

giadatea ha detto...

è vero, bisogna mettersi sempre in discussione

C'era bisogno di questo blog?

Informazioni personali

Luca, questo è il mio nome. Vi è mai successo da avere mille cose da dire e quando è il momento non riuscire a comunicarle?